Il posto nuovo

di Massimo Zelli

Spesso ci preuccupiamo di come affinare la tecnica alla ricerca di pesci che conosciamo bene perché, pur pescandoli da una vita, non li conosciamo mai abbastanza. Dietro un’affermazione del genere si nasconde il fascino stesso del pescare. Non vi sono ragioni logiche e razionali per dire il contrario. Altre volte ci prepariamo all’approccio di un campo gara o di un fiume mai affrontato: seguiamo le indicazioni di altri pescatori, di amici, dei negozianti di zona. 
Fa molto “anni che furono” quest’approccio ed è quello che in assoluto preferisco. Le telefonate improvvisate la sera all’amico che abita a 3 passi dal fiume sono un dejavu.  L’odore di automobile lanciata in autostrada con 3 pescatori a bordo e carica di attrezzatura oltre i limiti del buon senso, per un secondo mi torna in mente e mi strappa un sorriso.

Continua a leggere l’articolo sul numero di settembre di CORRENTI.

Tenkara Patagonia

di Piero Letizia

L’unica opportunità per partire, immediatamente e per soli 6 giorni, prendere o lasciare! Così dopo una breve conversazione via Skype con Marco ho preso la decisione di raggiungerlo. Questo anche in considerazione dell’ormai evidente abbassamento del livello delle acque che causa la migrazione del pesce nei laghi. In poche ore ho quindi organizzato la partenza per il giorno seguente al seguito di un voluminoso bagaglio contenente una notevole quantità di attrezzatura Tenkara, questa volta esclusivamente made in Japan con in aggiunta alcune code speciali messe a punto per i test da fare.

Continua a leggere l’articolo sul numero di settembre di CORRENTI.

Vita di coppia

di Sergio Farina

I lunghi rapporti di coppia, anche quelli all’apparenza più forti e stabili, subiscono inevitabilmente dei duri colpi che ne minano le fondamenta. Se l’intesa, la stima, la passione e l’amore sono forti la coppia ne esce magari rafforzata, se le basi sono instabili i cedimenti strutturali sono inevitabili e la coppia scoppia. A differenza di quanto asserito da proverbi e detti popolari non c’è un momento preciso dove la crisi può palesarsi, succede al settimo anno così come al primo o al ventesimo, unica regola è proprio che non ci sono regole, e molto spesso i motivi scatenanti le crisi più furibonde sono molto labili, dei pretesti o poco più che gettano benzina e alimentano una brace che covava da tempo scatenando degli incendi che alle volte, molto spesso, risultano indomabili e lasciano dietro di sé solo rovine e cenere.

Continua a leggere l’articolo sul numero di settembre di CORRENTI.

Spigole estive

di Diego Savino

Uno dei dilemmi che difficilmente potrà mai essere risolto è sapere se la pesca può essere definita uno sport, un hobby, una passione, una malattia o altro. Ognuno di noi ha avuto il suo battesimo con la canna, chi per caso, chi per stare in compagnia, chi per passione ereditata da un familiare o chi per avere avuto tra le mani una rivista e ci ha voluto provare. Pescare è diventato per qualcuno una vera filosofia di vita, mentre per altri una verae propria “malattia” alla quale non può rinunciare nemmeno quando fuori le condizioni metereologiche sono al limite.

Continua a leggere l’articolo sul numero di settembre di CORRENTI.

Una questione di nomi

di Daniele Pieracci

Sempre più spesso, nella quotidianità dei social e delle discussioni a sfondo alieutico, mi capita di leggere opinioni e spiegazioni in merito a tematiche di carattere ittiologico o ecologico da parte di pescatori più o meno navigati. Sovente, complici la fretta e, probabilmente, una ahinoi sempre più scarsa propensione a documentarsi oltre il “sentito dire”, mi trovo di fronte a innumerevoli imprecisioni ed errori, che rischiano di rendere ancor più complesso e difficile l’orientamento all’interno di questo vasto mondo che, fino a qualche anno fa, era a stretto appannaggio dei cosiddetti “addetti ai lavori” (biologi, naturalisti, veterinari, ecc…). Proviamo pertanto a fare un po’ di chiarezza, gettando le basi per una comprensione più semplice.

Continua a leggere l’articolo sul numero di settembre di CORRENTI.

Finalmente disponibile la terza uscita di CORRENTI

Ci siamo, è disponibile il terzo numero di CORRENTI . Da questo numero inizia una serie di articoli scientifici per approfondire la conoscenza dei pesci e di ciò che li riguarda, perché fatti non foste per viver come bruti! Vi parleremo di bolognese dalla scogliera, vi daremo consigli su come approcciarvi al feeder specialist e continueremo a parlarvi di un’interpretazione della tenkara un po’ particolare, iniziata nel numero scorso. Molto importante, vi daremo consigli su come approcciare un “posto nuovo” ed effettuare una corretta sessione di pesca. Vi illustreremo diverse tecniche per la pesca in foce. Vi porteremo a pesca sul Magra, in passata. Vi parleremo di un viaggio di pesca in Norvegia e delle marmorate friulane. Inoltre, iniziamo da questo numero a proporvi recensioni di materiali e attrezzature che riteniamo possano interessarvi.

Mosche col paracadute

Tutti noi abbiamo delle imitazioni preferite. Qualche volta questa preferenza non è dettata dall’efficacia: a volte le preferiamo perché sono montaggi esteticamente gradevoli, altre perché tecnicamente sfidanti. Tra le mie preferite c’è sicuramente la parachute. Si rimane sempre affezionati alle nostre prime volte: la prima trota catturata pescando a mosca fu ingannata da questa tipologia di artificiale.

Continua a leggere l’articolo sul numero di Maggio di CORRENTI

Per un mare di purezza e legalità

Ridurre l’immissione di plastica nell’ambiente partendo dalle bottiglie d’acqua che, nel nostro paese, rappresentano l’81% dei 12,5 miliardi di litri di acqua imbottigliati ogni anno. Questo significa che solo il restante 19% dell’acqua venduta viene messa in bottiglia. Un giro d’affari notevole, quello del PET, che ha un impatto non indifferente sull’ambiente, se si pensa che per produrne 1 kg necessario alla realizzazione circa 25 bottiglie da 1,5 litri, sono richiesti oltre 17 litri di acqua e 2 kg di petrolio. Dati che fanno riflettere.

Continua a leggere l’articolo sul numero di Maggio di CORRENTI

Pesca e solidarietà di nuovo protagoniste ai Laghi dei Sabini

Il 3 marzo 2019 nel complesso dei Laghi dei Sabini, si è tenuto un grandissimo evento di solidarietà.
Le società Pagliacci Alcolici, Asd Pescatori Laziali e Apsd Manziana di Italo Ceciarelli in perfetta sinergia e collaborazione, hanno organizzato una gara di pesca per raccogliere fondi per l’Associazione Goji Vip Onlus di Viterbo, formata da quei fantastici medici e volontari che con tanta passione, competenza, dedizione e soprattutto fatica e sacrificio portano un sorriso negli ospedali ai bimbi malati.

Continua a leggere l’articolo sul numero di Maggio di CORRENTI.

Tenkara. Una nuova esperienza

Probabilmente, senza questa combinazione di eventi, non avrei mai rovato questa affascinante tecnica, specialmente dopo aver praticato la pesca a mosca per 45 anni, aver messo a punto una tecnica evolutiva illustrata in molti paesi e guidato con successo e professionalità molti pescatori nelle complesse acque della Svezia sin dal 2000!

Continua a leggere l’articolo sul numero di Maggio di CORRENTI