Montature e varianti

di Sergio Farina.

La grande forza del feeder fishing si base quasi esclusivamente sulla possibilità di presentare  l’esca nel punto dove la pastura, scaricata dalla zavorra, esplica il massimo della sua azione nutriente ed attrattiva. In acqua ferma ogni Santo aiuta e quando si è arrivati a capire tutti i concetti legati alla meccanica della pastura, unitamente ad una buona precisione di lancio, si è risolto la stragrande maggioranza dei problemi. Con la corrente le cose cambiano, il movimento più o meno intenso della massa liquida può essere il migliore alleato del pescatore di ledgering ma anche il suo peggiore nemico. Fermi restando i concetti di meccanica della pastura e precisione di lancio, può risultare molto difficoltoso, specie per un neofita, relazionare correttamente la lunghezza del terminale alla forza della corrente, senza contare la morfologia del fondale che può influire pesantemente sul tutto.

Continua a leggere l’articolo sull’ultimo numero di CORRENTI!